• it
  • en

L’Artista

Nato ad Arezzo, Italia, Vittorio Grigolo è la quintessenza del tenore italiano. Ha iniziato la sua carriera vocale 26 anni fa come solista nel Coro della Cappella Sistina e a 39 è considerato uno dei migliori tenori della sua generazione. Si è esibito in ruoli da tenore nella maggior parte dei prestigiosi teatri d’opera di tutto il mondo e le sue eccezionali doti vocali e drammatiche sono state ampiamente elogiate sin dal suo debutto nel 2010 presso la Royal Opera House e il Covent Garden di Londra.
Il repertorio di Vittorio include i ruoli principali dell’opera italiana e francese, come: Traviata, Boheme, Rigoletto, Elisir d’amore, Lucia di Lammermoor, Faust, Roméo et Juliette, Manon, Les Contes d’Hoffmann, Werther e molti altri e si è esibito in tutto il mondo, sotto la direzione di Chailly, Mehta, Muti, Myung-Whun Chung, Dudamel, Pappano e Maazel, per citarne alcuni.
Con un album di debutto d’oro e di platino, una nomination ai Grammy per “West Side Story di Bernstein”, il suo album con la Sony Classical “Il tenore italiano” (# 1 della Billboard chart-album classico), “Arrivederci” (2011) e “Ave Maria”(2013), Vittorio si è affermato come un artista di successo, arricchendo, infine, la sua carriera con recenti lavori come “The romantic hero”.

Vittorio infonde la stessa passione ed energia  dei dischi nei suoi concerti dal vivo e il suo Tour lo ha già portato ad esibirsi al cospetto di numerosi luoghi iconici, come la Torre Eiffel, con un pubblico di oltre 800 mila persone. La sua performance al Metropolitan Opera è stata recensita come “una serata davvero indimenticabile” (Latinos Post), con la sua voce descritta come “uno strumento interessante, ardente e flessibile, che maneggia con passione.” (New York Times).

Vittorio è stato onorato con premi che includono, tra i tanti, l’ “European Border Breakers award” per il suo primo album solista “In the Hands of love” (Polydor), il “Best Tenor” 2011 di L’Opera Magazine, per la sua performance come “Des Grieux” presso la  Royal Opera House di Londra (2010), e il prestigioso “ECHO Klassik Newcomer of the Year” nel 2011.
Il Premio Caruso 2015 è stato dato a Vittorio dal Comune di Sorrento per il suo contributo alla diffusione della cultura italiana nel mondo.
Nel 2015 è stato assegnato a Vittorio il “Tiberini d’Oro”, in riconoscimento alla sua carriera di successo nell’ opera.Nel 2016 a Vittorio è stato dato il “Distinguished Artistic Leadership Award” dall’ Atlantic Council, per il suo contributo verso il rafforzamento delle relazioni transatlantiche.